Le opere di Renato Tenti dal 6 aprile allo Spazio Arte della Madonna del Pilone

1037

A cura di Simone Aricò

Renato Tenti

Nato nel 1951 a Torino, dove si è spento improvvisamente pochi mesi fa, Renato Tenti rappresenta una figura poliedrica di artista, docente e musicista dalle curiosità eclettiche e pluridisciplinari. Laureato in filosofia, ha svolto per decenni l’attività di insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori. Curatore di iniziative culturali ed artistiche, ha realizzato importanti lavori di grafica e di divulgazione storica ed archeologica e partecipato, con le sue opere pittoriche e i suoi disegni, a numerose mostre. Ha collaborato con importanti figure scientifiche e culturali piemontesi e realizzato significativi eventi di divulgazione culturale presso i comuni di Torino e Grugliasco. Appassionato di musica e valido chitarrista, ha fatto parte di gruppi e orchestre realizzando progetti tra pop, jazz e contaminazioni musicali di originale spessore con una spiccata attenzione alle atmosfere melodiche swinganti.

Nella sua sensibilità artistica, nel suo peculiare tratto pittorico e nella sua cifra espressiva spiccano con frequenza temi metafisici e surreali, in cui lo spazio caldo ed il disincanto, a tratti onirico, delle opere e dell’uso sapiente del colore e degli spazi oscilla tra composizioni miste che si affidano alla consapevolezza parodistica del sogno e a ritratti caricaturali dagli spunti ironici, con un forte senso della misura e con sobrietà e rispetto, ma divertita profondita’ d’intenti verso la rappresentazione efficace di musicisti, figure pubbliche e politici che mostrano – con un evidente rimando, quasi un omaggio appassionato, alla cifra compositiva del grande caricaturismo di Levine ma con l’inserimento appropriato di un corollario caleidoscopico di elementi figurativi, formali e simbolici – le “persone”,  con le proprie peculiarità e caratteristiche, nella linea di un equilibrio stilistico che Tenti raggiunge con sarcasmo e coinvolgimento, ma sempre senza eccessi e con sicura capacità di tradurre, nel linguaggio del tratteggio, segni, cromatismi, dialoghi e situazioni di calda e originale espressività.

La mostra allo Spazio Arte di MDP (Viale Michelotti 102/a) di Renato Tenti (dal 6 al 30 aprile) comprende 12 opere, tra cui numerose caricature, ma sono inoltre disponibili circa 40 opere nel Maestro, visibili in catalogo fotografico e in originale su semplice appuntamento.

All’inaugurazione del 6 aprile, con testimonianze ed interventi di artisti ed amici di Renato, seguirà una cena con una cornice musicale, curata da orchestrali amici di Renato,  a partire dalle 20,30: è gradita la prenotazione (tel. 011 – 89992905).

Simone Aricò

Coordinamento Redazionale: Max Gius