Collegno: studente 19enne ammazza il padre convivente con 20 coltellate davanti a madre e fratello

703

I Carabinieri sono intervenuti nella tarda serata di ieri a Collegno, 30 aprile, intorno alle 23.15 in via Edmondo De Amicis n 47, per un omicidio avvenuto tra le mura domestiche. Alex Pompa, classe 2001, studente, incensurato, al culmine di un litigio, ha accoltellato a morte il padre convivente Giuseppe, classe 1968, operaio, incensurato. Presenti al momento dei fatti anche la moglie e l’altro figlio maggiorenne della vittima. ll giovane al termine degli accertamenti è stato arrestato dai Carabinieri. Da un primo esame esterno del cadavere sembra che le coltellate inferte siano più di 20, all’addome schiena e torace. I Carabinieri giunti sul posto hanno cercato di ricostruire i fatti e hanno sequestrato i coltelli utilizzati per il delitto. Sono in corso indagini da parte dei militari per verificare esatto movente ed eventuale coinvolgimento degli altri famigliari: sono state raccolte anche testimonianze dei vicini di casa. Quello di stanotte è il secondo omicidio commesso all’interno delle mura domestiche nel torinese da un figlio nei confronti del padre durante l’emergenza Coronavirus: il 21 aprile a Torino, in zona San Salvario, all’interno propria abitazione è stato rinvenuto il cadavere di Mario Trimboli, classe 52, ucciso dal figlio convivente con modalità analoghe. L’omicida era stato arrestato poco dopo il delitto dai Carabinieri.