Appuntamento fisso dell’estate piemontese “green”: “CinemAmbiente” in Valchiusella

209

Appuntamento fisso dell’estate piemontese “green”, CinemAmbiente in Valchiusella torna dal 30 luglio al 9 agosto 2020, consolidando la formula delle due precedenti edizioni: otto film a tema ambientale abbinati a incontri, iniziative naturalistiche, laboratori e attività per ragazzi che coinvolgeranno in successione tutti i Comuni della valle canavesana.

La presentazione della kermesse si è tenuta lunedì 20 luglio nella sala trasparenza della Regione Piemonte, che ha patrocinato l’evento. Erano presenti, fra gli altri, Gaetano Capizzi, presidente dell’Associazione Cinemambiente, Roberto Burdese, coordinatore dell’Hub Comunicazione di Slow Food e Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema.

Sarà un’edizione – ha assicurato Gaetano Capizzi all’insegna della sicurezza per tutti i partecipanti, in ottemperanza alle misure previste per il distanziamento sociale”.

La rassegna è organizzata dall’Associazione Cinemambiente con il Museo Nazionale del Cinema e con Slow Food, nell’ambito del progetto europeo CINE – Cinema communities for Innovation, Networks and Environment. Cinemambiente in Valchiusella 2020 è il primo evento del progetto, nato con l’obiettivo di diffondere la socialità e la cultura ambientale e alimentare, supportando le sale cinematografiche come luogo di cultura e di aggregazione per le comunità locali.

Tra le novità di quest’anno, il cinema mobile: un furgone elettrico equipaggiato con uno schermo pop-up per portare il cinema di paese in paese.

Nei film in proiezione (nelle seconde metà della settimana, da giovedì a domenica), molti dei temi al centro del più attuale dibattito ambientale: i cambiamenti climatici e gli effetti dell’antropizzazione (La Glace et le Ciel, Antropocene: L’epoca umana), il problema globale della gestione dei rifiuti (Plastic China), l’agricoltura etica e sostenibile (The Harvest, Good Things Await), la tutela della biodiversità e le meraviglie a rischio del Pianeta in cui viviamo (Secrets in the World’s Largest Forest, Dusk Chorus). In cartellone anche Marche avec les loups, il nuovo film di Jean-Michel Bertrand, ospite della rassegna per presentare la sua ultima avventura in mezzo ai lupi delle Alpi.

Prima delle proiezioni, incontri con autori, registi, esperti per commentare i temi dei film o trarne spunto, come l’appuntamento con Don Luigi Ciotti dedicato all’enciclica Laudato si’, per riflessioni più ampie su ambiente e crisi ecologica.

Tutti i giorni (da giovedì a domenica), passeggiate guidate per una vacanza tutta green, immersa nel verde, e per conoscere più da vicino la storia e le tradizioni della Valle: per sperimentare la pratica di origine giapponese del bagno di foresta, capire che cosa è la permacultura o girovagare tra i boschi accompagnati da letture e osservazioni naturalistiche e filosofiche, ma anche per seguire le tracce del Medioevo in Canavese, la via degli opifici di un tempo, il percorso lungo terrazzamenti e architetture tipiche della zona, il sentiero costellato di incisioni neolitiche, o quello, nuovissimo e multimediale, Touch and Go, per non vedenti, inaugurato in concomitanza con la rassegna.

Tutti i giorni (da giovedì a domenica) anche attività e laboratori per i ragazzi, per imparare, con giochi e sperimentazioni “sul campo”, che cos’è la coltivazione sostenibile, come si produce il miele, o il formaggio, o un detersivo naturale, come si riconoscono i minerali o i suoni della biodiversità, come vivono e si trasformano gli anfibi, come si ricicla la plastica in modo utile e divertente.

Tra gli altri eventi e appuntamenti speciali: un’intera giornata dedicata al benessere, per sperimentare tecniche e pratiche più o meno conosciute dello “star bene” riconnettendosi alla natura, uno spazio dedicato a un libro di montagna (Una coperta di neve, il nuovo giallo di Enrico Camanni), una serata astronomica, un insolito concerto di “musica delle piante”.

Info: cinemambiente.it